L’indebitamento finanziario netto è dettagliato, in quanto a composizione e variazioni, nel seguente prospetto.

Milioni di euro
al 31.12.2017 al 31.12.20162017-2016
Indebitamento a lungo termine:
- finanziamenti bancari 1.039 50 989
- obbligazioni 8.541 12.414 (3.873)
- quote accollate e finanziamenti ricevuti da società controllate 1.200 1.200 -
Indebitamento a lungo termine 10.780 13.664 (2.884)
- crediti finanziari verso terzi (6) (5) (1)
- quote accollate e finanziamenti concessi alle società controllate - (27) 27
Indebitamento netto a lungo temine 10.774 13.632 (2.858)
Indebitamento/(Disponibilità) a breve termine:
- indebitamento a breve verso banche 245 810 (565)
- quota a breve dei finanziamenti a lungo termine 3.654 973 2.681
- cash collateral ricevuti 256 1.107 (851)
Indebitamento a breve termine 4.155 2.890 1.265
- quota a breve dei crediti finanziari a lungo termine (1) (1) -
- quota a breve dei finanziamenti accollati/concessi (27) (45) 18
- altri crediti finanziari a breve 1 (6) 7
- cash collateral versati (2.074) (1.012) (1.062)
- posizione finanziaria netta a breve verso società del Gruppo 2.912 1.419 1.493
- disponibilità presso banche e titoli a breve (2.489) (3.038) 549
Indebitamento/(Disponibilità) netto a breve termine 2.477 207 2.270
INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO 13.251 13.839 (588)

L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2017 risulta pari a 13.251 milioni di euro e registra un decremento di 588 milioni di euro, come risultato del miglioramento dell’esposizione debitoria netta a lungo termine per 2.858 milioni di euro, in parte compensato dall’incremento dell’indebitamento finanziario netto a breve termine per 2.270 milioni di euro.

Le principali operazioni effettuate nel corso del 2017 che hanno avuto impatto sull’indebitamento sono state:

  • il rimborso della quota residua di 909 milioni di euro di un prestito obbligazionario emesso nel 2007 per un valore di 1.500 milioni di euro, assoggettato a rimborso parziale nell’esercizio 2016;
  • il rimborso di quattro tranche dei prestiti obbligazionari INA e ANIA per complessivi 65 milioni di euro;
  • il riacquisto di obbligazioni proprie a tasso variabile non quotate “Serie speciale riservata al personale 1994- 2019” per 19 milioni di euro;
  • il tiraggio di ulteriori 450 milioni di euro del contratto di finanziamento con UniCredit SpA, stipulato nel corso dell’esercizio precedente (utilizzato al 31 dicembre 2016 per 50 milioni di euro);
  • la stipula di nuovi contratti di finanziamento con UniCredit SpA e con UBI Banca SpA rispettivamente per un importo pari a 200 milioni di euro e 150 milioni di euro;
  • la stipula di un contratto di finanziamento in dollari statunitensi con Bank of America per un controvalore in euro al cambio di emissione di 199 milioni (227 milioni di dollari statunitensi).

Si evidenzia che le disponibilità liquide, pari a 2.489 milioni di euro, presentano, rispetto al 31 dicembre 2016, un decremento per complessivi 549 milioni di euro e hanno risentito degli effetti delle operazioni finanziarie sopramenzionate, del pagamento dei dividendi dell’esercizio 2016, nonché della normale operatività connessa alla funzione di tesoreria accentrata svolta da Enel SpA.

Flussi finanziari

Milioni di euro
201720162017-2016
Disponibilità liquide e mezzi equivalenti all’inizio dell’esercizio 3.038 5.925 (2.887)
Cash flow da attività operativa 2.465 2.511 (46)
Cash flow da attività di investimento/disinvestimento (48) (409) 361
Cash flow da attività di finanziamento (2.966) (4.989) 2.023
Disponibilità liquide e mezzi equivalenti alla fine dell’esercizio 2.489 3.038 (549)

Nel corso dell’esercizio 2017 il cash flow da attività di finanziamento ha assorbito liquidità per 2.966 milioni di euro (pari a 4.989 milioni di euro nel 2016). In particolare, tale risultato risente principalmente sia dei rimborsi dei prestiti obbligazionari, sia del pagamento dei dividendi dell’esercizio 2016 (1.830 milioni di euro).

Il cash flow da attività di investimento ha assorbito liquidità per 48 milioni di euro (pari a 409 milioni di euro nel 2016), ed è stato essenzialmente generato:

  • per 30 milioni di euro dalla movimentazione delle attività materiali e immateriali conseguente agli investimenti;
  • per 18 milioni di euro dall’incremento del valore delle partecipazioni detenute in imprese controllate, sulle quali hanno influito le seguenti operazioni: l’acquisizione delle società Tynemouth Energy Storage Limited (5 milioni di euro) ed Enel M@p (12 milioni di euro), e la costituzione della società Enel Global Thermal Generation Srl mediante la sottoscrizione e il versamento dell’intero capitale sociale (1 milione di euro).

I citati fabbisogni derivanti dall’attività di finanziamento e di investimento sono stati fronteggiati dall’apporto del cash flow generato dall’attività operativa che, positivo per 2.465 milioni di euro (pari a 2.511 milioni di euro nel 2016), riflette essenzialmente l’incasso dei dividendi dalle società partecipate (2.977 milioni di euro) e dall’utilizzo delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti che al 31 dicembre 2017 si attestano a 2.489 milioni di euro (3.038 milioni di euro al 1° gennaio 2017).